Curiosità

10 cose che (forse) non sapevi su Ghali

Nato nel 1993 a Milano Ghali è sicuramente uno dei personaggi più influenti della nuova scena rap/trap italiana,  il suo stile caratteristico e ben distinguibile gli ha permesso negli ultimi tempi di raggiungere risultati clamorosi in termini di concerti, vendite e soprattutto streaming, numeri assolutamente impensabili fino un paio di anni fa. Di seguito trovate 10 chicche/curiosità che (forse) non conoscete sull’autore di ‘Ninna Nanna’.



1) Il nuovo brano

L’immagine ritrae Ghali con sua madre, ed è frutto di una netta volontà del rapper. Lo ha raccontato l’autore dell’artwork in un’intervista rilasciata a “Dance Like Shaquille O’Neal queste le sue parole:

“Mi ha scritto un amico, nonché collaboratore stretto di Ghali, su Instagram dicendomi che avevano pensato ad una collaborazione per la copertina del singolo in quanto adatto al mio mood. Loro avevano delle immagini di riferimento e abbiamo fatto una ricerca iconografica. Così ho coniugato la volontà di Ghali di essere ritratto con sua madre con il mio stile e l’ho tradotta nello scatto che ora è stato scelto. Ne abbiamo realizzati anche altri che usciranno in un modo o nell’altro.” (fonte)

 

2) La mamma

Non è la prima volta che Ghali “coinvolge” sua mamma nella sua musica, chi lo segue da un po’ sa bene che le liriche dell’ex TDE sono pregne di riferimenti alla madre, che viene nominata quasi in ogni pezzo. Ma come mai Ghali cita sempre la madre ? La risposta a questa domanda è arrivata durante un’intervista rilasciata recentemente a radio Dj. “Cito sempre mia madre, perchè quando scrivo vado molto di flussi di coscienza, e tra le prime parole che ho in mente c’è mia madre, mi viene sempre”

 

3) I Gemelli diversi

Ghali ascoltava i gemelli diversi, e rivendica con orgoglio l’influenza che la loro musica ha avuto su di lui. A questo punto è necessario fare una piccola precisazione per i più giovani: la percezione dei Gemelli Diversi nell’ immaginario Hip Hop italiano negli anni passati potrebbe essere spiegata in termini contemporanei come qualcosa di molto simile ad un gruppo formato da Moreno, Briga e Fedez.

Anni fa se dicevi Gemelli Diversi dicevi “fake”, e la risposta era sempre e comunque “Mi sta sul cazzo Grido, i gemelli e il cugino”. Oggi la situazione non è molto diversa, di conseguenza non è difficile capire perchè le affermazioni fatte in questo video abbiano attirato “l’interesse” di molti.

4) L’arresto

Non tutti lo sanno dato che all’epoca non era ancora arrivato il vero e proprio successo “overground” degli ultimi mesi; il 28/05/15, durante le riprese di un video in Tunisia Ghali è stato fermato dalla polizia locale che lo ha condotto in una caserma , dove è stato temporaneamente arrestato,  fu lui stesso a dare la notizia tramite un post su facebook, queste le sue parole:

Ci hanno appena arrestati durante le riprese del nuovo video e vi sto scrivendo da una caserma di un quartiere qui a Tunisi. Ció che mi rasserena è che certe riprese le abbiamo già salvate sul pc… Ora vediamo che succede, paura non ne abbiamo. Per la musica questo & altro. Un abbraccio G.

5) Guè Pequeno

Come reagiresti se uno dei tuoi rapper preferiti ti telefonasse per dirti che vuole un incontro in studio con te ? Difficile dirlo, bisognerebbe trovarsi in una situazione del genere, di sicuro quasi chiunque farebbe fatica a crederci.. Ghali ha fatto talmente fatica a crederci che ha attaccato il telefono in faccia a Guè. Adesso immagina Guè che guarda il telefono con aria perplessa.

 

 

6) Il cugino fuggitivo

Torniamo a parlare della mamma di Ghali, in un certo senso, e della sua famiglia. Il brano “Mamma” ha una genesi del tutto particolare, legata ad un aneddoto a dir poco incredibile, il rapper di Baggio lo ha raccontato in un’ intervista datata 2015, queste le sue parole:

Questa canzone l’ho scritta su un tetto a Tunisi, durante la mia ultima vacanza. Una notte ero con mio cugino e gli stavo raccontando di come si vive in Italia e lui la mattina dopo sparì. Lo cercammo fino a tarda sera. Lo ritrovammo il giorno dopo sotto casa che era tutto sporco. Aveva provato ad imbarcarsi perché voleva venire a vivere in Italia.

Nella canzone non parlo espressamente di lui, ma di un mio caro in generale. Mi sono immaginato una conversazione al telefono. Una conversazione piena di incomprensioni perché non ci capiamo. Io non capisco perchè lui voglia venire qui, siccome lì ha una famiglia e gli affetti più cari, perché il rischio è alto e in Italia da immigrato irregolare finirebbe sulla cattiva strada. E lui non capisce perchè io non lo stimoli a partire, siccome qui nell’ideale di tutti si vive meglio.

Il ritornello invece sarebbe la sua voce che si scusa con sua madre per il suo dramma chiedendole di non piangere. Nella seconda strofa invece, siccome non sono riuscito a fermarlo a causa della sua testardaggine, parlo al mare come se potesse ascoltarmi e gli chiedo di non agitarsi e stare calmo, di portarlo sano e salvo in Europa. E comunque non è la prima volta che scrivo un testo di questo tipo, in “Senza pioggia non verrà” già ho provato a raccontare una storia con questo mood, perché è qualcosa che ho a cuore. (fonte)

7) Quella volta ho perso

La prima volta che prese in mano un microfono Ghali perse la battle di freestyle nella quale era coinvolto, una battle a detta sua “preparata” dato che lui stesso aveva scritto le rime al suo avversario. “Al momento del freestyle lui mi ha sparato queste rime cattivissime, poi mi sono ritrovato imbambolato con il microfono così, con tutti che mi guardavano e aspettavano la mia risposta.. Son tornato a casa da perdente proprio, quella volta ho perso. (La fonte è lo stesso video della curiosità numero 8)

8) Il rap sul rap

Come tanti altri prima di lui, Ghali che ha iniziato a cimentarsi con il rap negli anni zero (o duemila che dir si voglia) ha iniziato a rappare su brani di altri rapper, non avendo la possibilità di reperire cd o cassette con delle basi, sembrerà assurdo ai più giovani ma prima dell’avvento di YouTube era un problema molto comune.

“Prendevo il walkman andavo giù di sotto al parco e provando ad eliminare le parole che mi distraevano e cercavo di concentrarmi solo sulla base.”

 

 

9) Il rapper preferito di Ghali

Stando a quanto riferito dal diretto interessato nella parte finale di questo video il rapper preferito di Ghali è Salmo.

 

10) Wily Wily

Le riprese del video di “Wily Wily” sono state a dir poco avventurose, il video è stato girato nel deserto del Wadi Rum, in Giordania, vicino alla celebre città antica Petra. La Troupe ha dormito in un “campeggio militare in mezzo al deserto, senza acqua né elettricità, scroccando la corrente per caricare le batterie della camera dal capo del villaggio, che aveva il suo piccolo generatore in cucina” parole di Ghali rilasciate in una recente intervista per Rock.it che potete leggere per intero cliccando qui.

schermata-2016-10-04-alle-14-52-43
Previous post

Luchè fuori ora "E' Sord" (video + testo)

schermata-2016-10-05-alle-11-52-50
Next post

Quella volta che Peter Griffin provò a fermare la rissa tra Jay Z e la sorella di Beyoncé (video)

Mondo Rap

Mondo Rap