Bei momentiCuriosità

7 anni fa usciva “Escape From Heart” un disco da 10 e lode

7 anni fa era il 10/10/10, il giorno in cui molti si accorsero dell’ esistenza di MadMan, rapper all’ epoca conosciuto solo da una piccolissima nicchia di privilegiati. Il 10/10/10 uscì Escape From Heart, un disco che a 7 anni di distanza  continua ad essere considerato come una delle migliori produzioni di Hip Hop italiano di sempre.

L ‘innovazione di MadMan fu soprattutto lirico/stilistica, il rapper di origine pugliese trapiantato a Roma introdusse infatti una densità di rime abbastanza fuori dal comune per l’epoca, fu tra i primi a introdurre le “quadruple rime”, passateci il termine, il primo in assoluto a farne un vero e proprio marchio di fabbrica.

E’ sempre difficile, se non impossibile, dare voti o fare classifiche sul valore assoluto di un disco, sono discorsi che lasciano il tempo che trovano ed hanno sempre e comunque un valore meramente soggettivo, tuttavia è impossibile non riconoscere come quel disco abbia lasciato un’ impronta indelebile nel panorama HH. Escape from Heart  fa parte quei lavori che hanno contribuito al livellamento tecnico verso l’alto del rap italiano, creando il terreno fertile per l’esplosione Rap avvenuta negli anni successivi (2012/13) . Ancora oggi, a distanza di 6 anni, questo lavoro rimane una vera e propria lezione di Rap.



Madman l’anno scorso aveva celebrato il sesto compleanno di questo disco con queste parole:

6 anni fa, il 10/10/10, usciva #EFH, mio primo album autoprodotto. Scritto nei 2 anni precedenti, realizzato, registrato e masterizzato interamente da @3dio a mie spese (con soldi chiesti in prestito), rilasciato in free-download sul sito di @honiro, stampato a mie spese in super-limited edition (200 copie), venduto a mano, spedito da me e regalato ad amici e parenti. Nel 2011 ripubblicato e ristampato con Honiro Label in deluxe edition con 2 rmx inediti.

Che dire, non fece così tanto scalpore all’inizio, e feci solo una piccola presentazione e nessun live dedicato. Dopotutto il rap italiano a quei tempi non era così forte, era un tempio per pochi big che se l’erano guadagnato. Col passare degli anni è stato rivalutato, mi fa piacere. Ora un sacco di nostalgici vengono a piangere nei commenti pretendendo un viaggio indietro verso un tempo che non hanno mai veramente vissuto. A me fa comunque piacere, insomma… sono sempre io.  Auguri.”

Vorrei fare una cernita di chi copia l’America / Con l’etica ipocrita di chi mendica una rendita / Io in questa scena asettica ti porto merda autentica / Col doppio dei tuoi contenuti e il quadruplo di tecnica (cit)

 

 

Schermata 2017-10-09 alle 19.24.38
Previous post

Sfera Ebbasta ha scritto un libro ?

Schermata 2017-10-11 alle 12.44.50
Next post

Eminem torna con un durissimo freestyle contro Donald Trump (video + traduzione)

Mondo Rap

Mondo Rap