EmergentiGRI

Ancora 16enni prodigio: Jefeo si candida con “Oggi No” (video)

Chiamiamo “bambini prodigio” quegli individui che dimostrano abilità da adulti già dalla prima infanzia: dal baby Mozart (da immaginare con la faccia da Sick Luke) che sapeva suonare con maestria il pianoforte, al baby Leopardi (faccia da Mezzosangue mainagioia) che da giovanissimo parlava greco antico, ebraico, latino, klingon e uzbeko..

Accostarlo a questi nomi sarebbe troppo, ma l’ultima uscita di JEFEO, “Oggi No” è il motivo per cui lo mettiamo in lizza  tra i “sedicenni prodigio” del rap italiano, ovvero tutti quei nomi che da bambini erano normalissimi, ma che, crescendo e facendosi un culo grande quanto l’ego di Kanye West, sono arrivati da adolescenti a possedere una tecnica matura e delle tematiche spesso più “adulte” di quelle presentate da colleghi che hanno 10 o 15 anni più di loro.

Tornando al singolo: all’ascolto distratto potrebbe sembrare una di quelle classiche canzoni che a livello di sonorità e tecnica spaccano, ma che poi sono un po’ come Jovanotti: non dicono un cazzo (capitela dai!).

Scavando più a fondo però emerge l’oro nero, per fare un parallelismo con Vegas Jones (con cui Jefeo ha anche collaborato in passato), dato che il nostro rapper ci parla di soldi, ma li ritrae come un mezzo, non quali un fine. Ci parla di ambizione, ma la presenta come un fuoco che nutre, non che corrode.

Si autocelebra, ma il tutto fa da sfondo a una canzone che esprime un pensiero positivo (no, niente Jovanotti), questa volontà di prendere in mano il presente prima ancora del futuro, perché ieri siamo stati male, ma oggi no, oggi staremo già bene, e domani staremo meglio.

La sacrosanta ignoranza comunque non manca:

Tu vuoi fare il negretto, eh! Però fra c’hai il cazzetto!

Oggi no” vanta una produzione di livello a cura di Andry The Hitmaker (Dogozilla Empire), che ha curato anche mix e mastering, spartendoli con Paskaman, il rapper col quale Jefeo ha realizzato il suo singolo di maggior successo: “zZz” una dimostrazione di flow e attitude decisamente apprezzata dal pubblico.

Ricapitolando: Paska, Veggie, Andry, e aggiungiamo anche altri nomi che hanno collaborato con questo giovane talento: Giaime e Shiva a livello di featurings, Lekter e Manusso per quanto riguarda i beat. Sul canale Honiro trovate infatti “Deathmatch“, la Honiro Exxclusive realizzata dal rapper in seguito alla vittoria del Manusso Beat Competition.

Detto questo, non ce ne può fregare di meno delle collabo, dei beatmaker, dei contest vinti: sono solo indizi, le prove stanno nelle canzoni. Le prove che Jefeo è un talento, un giovane artista da tenere d’occhio e attenzione, non stiamo dicendo che sia un fenomeno senza eguali, né la nuova rivelazione del rap italiano o Gesù Cristo di Nazareth. Semplicemente stiamo sottolineando come ci siano tutte le potenzialità per puntare in alto, già a 16 anni, tanto che forse un giorno arriverà ad essere quanto elencato, con l’unica eccezione che sull’acqua, al posto di camminarci, ci pattinerà con il suo flow.

Jefeo Oggi No

 

Schermata 2017-06-28 alle 14.59.26
Previous post

Enzo Dong e Clementino, fuori ora "E Strad Song E Nostre" (video)

Denny Leo
Next post

Denny Loe si mette a fare drift con il flow nel suo nuovo freestyle

Loris Tudisco Ryder

Loris Tudisco Ryder