GRI

Fresco come tanti, scrive come pochi: “Buio” è il nuovo video di Devid

Un grande nome della letteratura italiana come Leopardi sosteneva che la poesia è tanto più efficace quanto più indefinita e vaga: deve lasciare spazio all’immaginazione, come la celebre siepe che lo separava dall’infinito, e a questo scopo deve avere contorni poco chiari, una soffusa luce ad illuminarne il significato e deve sembrare distante anche quando si trova ad un palmo dal nostro naso.

Non avete ancora capito?

Beh, qualcuno l’ha fatto, quindi avvaliamoci del suo aiuto per spiegare: DEVID, rapper e producer di Montale, provincia di Pistoia, ha recentemente fatto uscire il suo nuovo video, titolato “Buio“, cosa è più indefinito e vago del buio? Devid ci trasporta alla sera, quando ci spacchiamo in due: la parte illuminista e quella romantica, proprio come Leopardi, che non abbiamo citato a caso.

Da un lato il nostro animo più istintivo, che da bambini ci faceva scorgere mostri nel buio, crescendo ci fa ricercare piuttosto un mondo che vada oltre quella materia che invece la parte di noi più pratica riconosce come unica realtà possibile. Ci tormentiamo, ci struggiamo, ma non arriviamo a una risposta e ci addormentiamo, per ricominciare un altro giorno.

“Pensano che il soldo colmi il vuoto della sera”

Il buio è un concetto profondo, tanto grande da farci sentire piccoli, se ci pensiamo, il Sole non è che una piccola candela accesa in una stanza grande e gelida come la Siberia, e anche nelle sue immediate vicinanze, sulla Terra, il buio è in grado di trasformare un deserto rovente in una distesa fredda nel giro di poche ore, ed è esattamente in un posto del genere che l’artista ci trasporta, perché non solo indefinito e non solo vago, ma anche freschissimo è il suo nuovo singolo: lo stesso beat è ad opera di Devid, fonde l’elettronica di suoni proiettati al futuro a un dolce flauto che accompagna con tocco delicato. Sopra la base surfa con lo stile di un australiano il flow del rapper, ricco di incastri e fluidità, anche grazie ad un vocabolario da fare invidia ad Andrea Dipré, con la differenza che il significato dei termini (vedi il dipreistico “catafratto”) non viene stravolto, ma si lega perfettamente al mood. Infine, quel tanto che basta di autotune per non fare saltare in aria il cervello dei puristi, ma bensì per offrire nuove sfumature e nuove interpretazioni alla voce.

 Il video di “Buio” vede la partecipazione di Federico Manneschi (regia), Jessica Fiammetta (attrice), Bes Mira Cupi (Make-up) e ovviamente dello stesso Devid. Un’ambientazione cruda e urbana diventa il luogo ideale, grazie ai suoi giochi di luce e buio, per rendere trasparente alla vista tutto quel tormento che traspare dal ritornello:

“Urlami come poter fare perché non lo so…”

Troverete “Buio“, insieme ad “Anima” (singolo) e alle tracce dell’omonimo EP, nel nuovo album di Devid, interamente prodotto da lui, in uscita il 19 Dicembre su tutti i digital stores e in copia fisica, per Bitika Records. Il titolo, già reso noto, è “Effetto Placebo“, parole con cui ci si riferisce solitamente a quei casi in cui un risultato non previsto si ottiene grazie ad auto-convinzione e determinazione. Queste due qualità certo non mancano al nostro artista, speriamo di poterci aspettare quindi un risultato positivo oltre ogni previsione!

schermata-2016-11-30-alle-20-32-02
Previous post

4 strofe della madonna uscite negli ultimi 2 giorni (video)

schermata-2016-12-01-alle-20-07-56
Next post

Kaos, Danno, Claver Gold, Lord Bean, Metal Carter, Lord Madness, Esa, 16 Barre, Lucci e tanti altri nel nuovo album di DJ Argento (video teaser)

Loris Tudisco Ryder

Loris Tudisco Ryder