GRI

“Tutto gira” di Yane piace al purista più accanito e al più fresh degli ascoltatori

Old school o new school? Questo è il dilemma.

Ma non oggi, perché oggi vi parliamo di YANE, un rapper che fa parte di quella “nuova scuola triestina” che ultimamente sta sganciando talmente tante bombe che i croati temono seriamente che D’Annunzio sia resuscitato e che gli italiani vogliano riprendersi Fiume.

Ma per fortuna si tratta di esplosivi puramente metaforici e musicali, proprio come “Tutto Gira“, l’ultimo singolo appunto, di questo talento di Trieste: si tratta veramente di uno di quei lavori che accontenta tutti, per criticare un brano del genere bisogna veramente andare a cercare non il pelo nell’ uovo.

Ascoltare per credere:

Avete sentito la produzione di ZASE?

Da un lato suoni di chitarra che richiamano alla mente quei tempi d’oro, in cui c’era la lira, in cui non esistevano ancora i terrapiattisti, e soprattutto in cui il rap aveva quell’anima blues, jazz e talvolta rock, che gli conferiva il privilegio di essere commerciabile senza essere “commerciale”.

Dall’altro, il beat non manca di quell’elettronica, quei bassi, quella potenza, tipici delle basi new school, quell’esplosività che conferisce energia a quelle note che ipnotizzano.

E avete sentito cosa ha cacciato YANE?

Semplificando molto (ma molto molto): l’ascoltatore old predilige la metrica, quello new il flow. Per non sbagliare, il rapper li ha inseriti tutti e due, quindi nel singolo si alternano incastri e semicantati, giochi di suoni e giochi di parole, punchlines da battaglia e spunti di riflessione.

Tutto gira“, perfino il video infatti giustamente viene girato, in questo caso da Arti Merdov, che è riuscito a trasporre nelle immagini quello stesso delirio che ci strega a livello sonoro.

Yane

Il titolo è “Bombhey“, e lo potete ascoltare comodamente (e gratuitamente) da SPOTIFY.

Dentro ci troverete “Tutto Gira“, e già solo questo dovrebbe essere abbastanza convincente, ma nel caso in cui voleste farvi corteggiare un po’, possiamo anche dirvi che il disco contiene altre mega produzioni di Zase, interpretate magistralmente da Yane, oltre che ulteriori collaborazioni ad alzare talmente tanto il livello, che Venezia è già sommersa, e Trieste è così diventata il principale porto dell’Adriatico, come se già non le bastasse essere una delle città più promettenti in fatto di rap italiano!

 

Schermata 2017-11-02 alle 13.57.59
Previous post

Guè Pequeno : "Questa trap è musica più da guardare che da ascoltare, il migliore è Sfera Ebbasta" (video)

Asso1
Next post

Fuori "Ambiguo EP", il nuovo disco di Asso

Loris Tudisco Ryder

Loris Tudisco Ryder