Bei momentiBullshitCuriosità

L’alfabeto dei tormentoni del rap italiano è una perla (video)

Il rap italiano ha sempre creato dei veri e propri tormentoni, ma mai come oggi, grazie soprattutto al web e ai social network (facebook e Instagram su tutti)  e nello specifico all’ operato di pagine facebook geniali come “Chiamarsi MC tra amici senza apparenti meriti lirici”, questi tormentoni sono diventati parte integrante del gioco.

Un gioco sempre più legato alle dinamiche del web e dei social. Emblematico il caso della pagina  facebook “Dark Meme Gang” che fa ormai numeri superiori a quelli della pagina ufficiale del collettivo romano al quale si ispira, postando solo ed esclusivamente contenuti ironici.

Se non considerate la DPG un esempio valido tenete presente che lo stesso discorso potrebbe essere fatto per tante altre pagine o canali youtube che sono ormai più popolari di molti dei rapper di cui si occupano.

Se stai pensando “Ma questo non è rap!” hai ragione, questo non è rap, tantomeno hip hop, non è musica, non è cultura.. E’ l’alfabeto dei tormentoni del rap italiano, ed è spettacolare, perchè è qualcosa che crea un’identità, perchè solo un malato di rap italiano contemporaneo può apprezzarlo al 100 %. Inizia con “A come Aregazzino” e tutto il resto è poesia, anzi è rap italiano.

Schermata 2017-02-22 alle 15.10.28
Previous post

Nitro mette da parte i vecchi scazzi e fa i complimenti a Inoki

Cian
Next post

Cianuro is the "New Pirandello", e don't smette at sgancing mine

Mondo Rap

Mondo Rap