Bei momentiCuriositàHistory Channel

Quando l’Hip Hop andava in Rai (video)

Strano ma vero: nel 2004 la Rai (la Rai) incluse nel palinsesto della terza rete nazionale un programma televisivo dedicato al mondo dell’ Hip Hop. Si chiamava Hip Hop Generation veniva girato a Rieti, andava in onda il mercoledì in seconda serata ed era condotto da Inoki Ness.

Vennero realizzate ben 4 puntate e passò di lì buona parte della scena rap dell’epoca, c’erano sia i futuri capi del gioco che al tempo erano poco conosciuti che i pezzi di storia già tali  all’epoca. Parliamo di gente come Esa, Tormento, Colle Der Fomento, Cor Veleno, Club Dogo, Shablo, Amir, Mr Phil , Flaminio Maphia + tanti altri protagonisti della scena made in Ita e addirittura stando a quanto riportano le cronache dell’epoca (non abbiamo trovato il video) il padre dell’ Hip Hop “Dj Kool Herc” .

Purtroppo è stato possibile recuperare tracce video soltanto di alcuni spezzoni emblematici, ma valgono il prezzo del biglietto (che è gratis): nei primi due video che trovate di seguito potete notare la totale sintonia e stima reciproca tra Inoki e 3 ragazzoni milanesi ancora non molto conosciuti che Ness presentò al pubblico di Rieti come:

La rivelazione underground dell’anno, si sono fatti conoscere e riconoscere per il loro stile hardcore e le loro liriche di grosso spessore”  Si, proprio loro: I Club Dogo.

INOKI E I CLUB DOGO

 

 

 

DANNO VS PAURA

Un altro momento cult che viene spesso citato e probabilmente molti di voi hanno già avuto modo di apprezzare è rappresentato dalla storica e surreale battle tra Francesco Paura (all’epoca Paura) e il Danno. Non è la miglior performance di entrambi, facendo un rapido giro su YouTube potete facilmente constatarlo; d’altronde non dev’essere stato facile inventarsi un’improvvisazione senza poter utilizzare il 50% del vocabolario del freestyler modello, quel 50% costituito da parolacce, slang, blasfemia, apparato riproduttivo ecc.

In più per realizzare una battle come si deve non bastano un Dj e due freestyler, per quanto bravi possano essere: è necessario l’ apporto del quarto uomo, ovvero il pubblico, in questo caso fin troppo silenzioso e assolutamente non in simbiosi con l’esibizione.

Tuttavia Danno e Paura regalarono bei momenti anche quì.

 

E’  incredibile notare come per certi versi sia cambiato tutto ma allo stesso tempo non sia cambiato niente, dato che molti dei protagonisti sono ancora lì, dov’erano 12 anni fa. Il programma non venne replicato negli anni seguenti, Inoki tornò a condurre battle vere, quelle che fomentarono un’ intera generazione di rappusi nel decennio successivo, i Club Dogo scalarono l’underground e si presero pian piano il mainstream e tutti gli altri sostanzialmente rimasero al loro posto dietro ai piatti o sul mic.

Di seguito vi riportiamo il testo di presentazione di Hip Hop Generation nel palinsesto Rai:

Hip Hop Generation è un programma per tutti coloro che vivono la cultura hip hop, per coloro che ne sono incuriositi e che trovano interessante il mondo dei giovani nei suoi fermenti artistici e creativi. Ogni puntata, in onda il mercoledì, è costruita attorno alle quattro discipline artistiche che appartengono alla cultura hip hop : breakdance, mcing, djing e writing, cioè danza, musica e arti visive. All’interno di ogni puntata si susseguiranno interventi di artisti italiani e stranieri, esibizioni, racconti di personaggi che hanno scritto le pagine più belle nella storia dell’hip hop.

Bei momenti.

Schermata 2016-01-04 alle 20.53.44
Previous post

Le 30 migliori risposte di Guè su Twitter

Schermata 2016-01-10 alle 20.09.12
Next post

Noyz Narcos: dire Fuck The Police è giusto (video)

Mondo Rap

Mondo Rap